Informazione | Sostegno ad iniziative | Politica

Schweiz|Nordwestschweiz|Mittelland|Ostschweiz|Projektstelle Zürich|Zentralschweiz|Romandie|Svizzera italiana
RSS Newsfeed | infoclic.ch Facebook | infoclic.ch Instagram | 
 DE | FR | IT
>> Attualità>> Progetti>> Chi siamo>> Rete
Svizzera italiana > Attualità > Novità > 

News

Ascoltiamo i bambini!

4 novembre 2011 | Adulti, Formazione, Diritti | | Autore: Commissioni del DFI

Secondo l’articolo 12 della Convenzione sui diritti del fanciullo, i minori hanno il diritto di esprimere la propria opinione, che va ascoltata e debitamente presa in considerazione. Ma in che misura se ne tiene conto nella realtà quotidiana? E soprattutto: come si può accrescere l’efficacia della disposizione? Sull’argomento, la Commissione federale per l’infanzia e la gioventù (CFIG) pubblicherà il rapporto «Ascoltiamo i bambini», che presenterà ai media in occasione di una conferenza stampa.

Conferenza stampa:

Giovedì 17 novembre 2011, 10.00, Centro media di Palazzo federale, Bundesgasse 8-12, Berna

 

«I diritti del bambino sono quello di cui i bambini hanno bisogno per stare bene.»  (un bambino di otto anni) 

 

i bambini devono potersi esprimere sulle questioni che li concernono da vicino. È questo, in sostanza, l’obiettivo della nuova pubblicazione della CFIG. Può sembrare facile, ma non lo è: perché se nessuno li interpella, i bambini non possono esprimersi. E i temi che li concernono non sono pochi: si va dal divorzio dei genitori al collocamento in un istituto, dall’espulsione dalla scuola allo sviluppo dello spazio pubblico nel loro quartiere o Comune. L’obiettivo può essere raggiunto soltanto se gli adulti – non soltanto i genitori, ma anche le persone competenti presso tribunali, uffici, autorità, scuole e Comuni – creano le condizioni necessarie affinché i minori siano più ascoltati rispetto a oggi.  

Questo può avvenire soltanto in una società maggiormente improntata a una cultura della partecipazione. È dunque necessario il contributo di tutti. Altrettanto importanti sono però appositi adeguamenti legislativi e la presenza di specialisti nelle istituzioni competenti per l’attuazione del diritto di audizione. Non va poi dimenticato che per poter sostenere i propri figli i genitori devono essere adeguatamente informati – e, particolare non trascurabile, anche i minori devono conoscere i propri diritti. «Ascoltiamo i bambini» è basato sui risultati del Seminario di Bienne 2010, nel corso del quale i 180 partecipanti hanno discusso dell’argomento e formulato proposte. Oltre ad articoli di giuristi, psicologi e politici, il rapporto, che si conclude con i postulati della CFIG, presenta i risultati delle discussioni di gruppo e le opinioni espresse dai minori.     

 

Queste e altre proposte vi saranno presentate dai seguenti relatori:  

 

Pierre Maudet, presidente della CFIG e sindaco di Ginevra       

 

Michelle Cottier, Dr. iur., professoressa assistente alla facoltà di giurisprudenza dell’Università di Basilea e giudice supplente al tribunale d’appello del Cantone di Basilea Città       

 

Jean Zermatten, direttore dell’Istituto internazionale per i diritti dei minori, presidente del Comitato dell’ONU per i diritti del fanciullo, già presidente del tribunale dei minori del Cantone del Vallese        

 

Christina Weber Khan, membro della CFIG, co-responsabile della gestione di Avvocati per bambini in Svizzera e presidente della Rete svizzera diritti del bambino        

 

Luca Cirigliano, vicepresidente della CFIG, giudice distrettuale ed esperto in diritto amministrativo e diritto migratorio all’Università di Zurigo    

Per ragioni organizzative siete pregati di confermare la vostra partecipazione, telefonicamente o per posta elettronica, entro martedì 15 novembre 2011 (ekkj-cfej(at)bsv.admin.ch o031 322 79 80 / 079 443 85 67). Il rapporto può essere ordinato, con embargo, allo stesso indirizzo.  

 

Indirizzo cui rivolgere domande:

Eidgenössische Kommission für Kinder- und Jugendfragen EKKJ, ekkj-cfej(at)bsv.admin.ch, www.ekkj.ch

 



Informazioni per te. Che non riguardano solo l’amore, il sesso ed altre emozioni, ma che parlano anche di scuola, lavoro e progetti. Clicca qui!

Novità! Puoi ora abbonarti alla nostra newsletter, ricevendo ogni mese le attualità di Infoclic.ch e del mondo giovanile in Svizzera italiana. Clicca qui.

Seite empfehlen

Aiuto al sostegno

Molte persone sono dell’avviso che la miglior prevenzione sia l’incentivo a giovani persone.  Dia una mano anche Lei a sostenere bambini e giovani. Ora!

Promozione

Con il sostegno finanziario della Confederazione in virtu della legge sulla promozione delle attivita giovanili extrascolastiche (LPAG) 

Vuoi condividere emozioni e opinioni che ci riguardano? Fallo qui!